ME PIÀS LE PÈNE

"MI PIACCIONO LE PENNE"

Commedia brillante in due atti in dialetto Bresciano
con traduzione letterale in Italiano


TRAMA

Tobia (paziente e tranquillo) e Dolores (arcigna e bigotta), fratello e sorella, gestiscono la libreria ereditata dalla prozia Berenice, pur essendo un negozio specialistico per collezionisti di libri rari, vecchie cartoline, penne e pennini di ogni tipo, con l’avvento di internet e le conseguenti vendite telematiche, i clienti sono pochi e il negozio ha difficoltà finanziarie. Tobia, con lo pseudonimo di Audax Cincìnnus (audace ricciolo artificiale) nei ritagli di tempo e di nascosto ha scritto un romanzo “particolare”. Ora sta scrivendo il secondo. A conoscenza del suo segreto sono, all’insaputa uno dell’altro: la postina, il/la nipote avvocato che cura i suoi interessi mantenendogli l’anonimato e Venanzio amico di vecchia data

 

Personaggi

11 personaggi = 4 donne + 4 uomini + 3 indifferentemente maschili o femminili + 5 voci fuori campo del call-center

 

2012 - "Compagnia de Riultèla" di Rivoltella di Desenzano (BS)


2012 - "Compagnia de Riultèla" di Rivoltella di Desenzano (BS)


2012 - "Compagnia de Riultèla" di Rivoltella di Desenzano (BS)


2012 - "Compagnia de Riultèla" di Rivoltella di Desenzano (BS)


2012 - "Compagnia de Riultèla" di Rivoltella di Desenzano (BS)


Scarica il Copione
  • copione in dialetto bresciano "Me piàs le pène" ovvero "Come piegà 'n pal de fèr"
  • traduzione letterale in italiano