A CAL DEL TMP

"A cavallo del tempo"
50 poesie in dialetto bresciano con relativi disegni
a.c.m.Indipendentemente editore - Desenzano - 2003

PREFAZIONE di Mario Arduino

Una voce nel tempo

Quando le ombre del tramonto principiano ad allungarsi ed i giorni luminosi della giovinezza sembrano invero fuggiti “a somigliar d’un lampo”, dai recessi della memoria affiorano i ricordi.

Se hanno il fragore dei corni da caccia, evocati da Apollinaire, sono destinati a perdersi nel vento; se invece il loro suono sommesso, possono recare qualche conforto “al male di vivere”.

Nella sua terza silloge Velise Bonfante – cavalcando il tempo che tutto insegna, se crediamo ad Eschilo – vola all’epoca favolosa dell’infanzia. Dove si ritrovano i paradisi perduti e non ingialliscono i sogni ricamati, al lume d’una lucerna, nel tamburello della nonna materna.

Tuttavia, giacch le spine durano pi delle rose, l’autrice ritorna al presente e si confronta con l’alterna quotidianit, della quale la domestica “dindoca” metafora suggestiva. Ne conseguono icastica evidenza la polvere diseguale che ognuno si lascia alle spalle, il non sopito amore filiale, l’amaro specchiarsi nel volto di un coetaneo casualmente incontrato, la malinconia indotta dall’abbandono di una vecchia dimora, il mistero che si cela dietro l’uscio serrato, una notte silente di plenilunio, le parole che aleggiano intorno e si sfanno come fiocchi di neve al contatto della mano.

La meditazione di Velise, sempre estrinsecata con voce suadente, rivolta a tutto ci che vive e per naturale conseguenza costituisce, secondo l’intuizione di un critico “emunctae naris”, materia dell’arte.

Ultimata la lettura, ho rammentato che “la pluma es la lengua del alma” e m’ parso che la considerazione di Cervantes si attagliasse al “limpido rivo” fluito dal cuore di una signora benacense, per la quale “nel tmp che tt entrbia, pasa e va gh’ srte umbre che mai le sparir”.

Ma il dono poetico, che discende dall’alto, lenisce il dolore e rinnovella l’umana speranza.

Dalla catulliana Sirmione, nel febbraio 2003



RASSEGNA STAMPA

  • DIPENDE num 118 ottobre 2003 - pag.6
  • LA NUOVA TRIBUNA LETTERARIA num 73 - anno XIV - I trim 2004 - pag. 44