Come na rundinla


Come na rundinla che la
en dl ciar scr de la sra
che la strnfugnina de me fila
anti e ‘n dr ‘n bici la pedale,
la cr, la frna,
la fa ‘n qualch birul,
la strscia i p per tra...
la srca un po’ de libert,
de dr de chl cant
l ‘n fnt che gh sar?

Dp sna ‘n sl purt
l’ bl stla a vard,
la va e la v
sempr anti e ‘n dr,
sempr en po’ de pi
sempr en po’ p ‘n l
finch ‘n bl d
la ciapar ‘l vl.
E me, vedar p
quanch che l’ sra
a fa i s giri
la me bla rundinla.



Come una rondinella
Come una rondinella che vola - nel chiaro-scuro della sera - quella “piccolina” di mia figlia - avanti ed indietro in bici pedala - corre, frena - cade - striscia i piedi in terra (per frenare)... - cerca un po’ di libert - dietro quell’angolo, - l in fondo cosa ci sar? - Dopo cena sul portone - bello stare a guardarla, - va e viene - sempre avanti ed in dietro - sempre un po’ di pi - sempre un po’ pi in l - finche un bel giorno - prender il volo - ed io non vedr pi - quando sera - a fare i suoi giri - la mia bella rondinella.



  • Pubblicata a pagina 39 su "ja de primara" Editrice La Rosa - Brescia 1997